Giovedi, 19 Ottobre, 2017

Juventus, Paratici può portare Inzaghi in bianconero, Allegri verso il Bayern

Juve, Inzaghi prossimo allenatore? L'amico Paratici spinge, ma la Lazio Juve – La Gazzetta rivela un retroscena: Paratici è amico fraterno di un allenatore di Serie A!
Sabina Domenici | 13 Ottobre, 2017, 17:04

Marusic e Patric ieri avevano qualche problemino, stamattina stavano molto meglio, Lukaku è tornato con qualche problemino più importante rispetto a Marusic, che era affaticato ma sembra aver smaltito il problema. "Gli ho parlato e gli ho detto che lo aspettiamo a braccia aperte". Per noi è un giocatore importantissimo. Nani è rimasto qua ed è cresciuto molto. Sicuramente tra domani e giovedì verrà impiegato perché come gli altri se lo sta meritando.

L'infermeria, al di là del rientro di Bastos, non si è ancora svuotata: "In alcuni casi stiamo rispettando i tempi sono che avevamo stabilito". Troveremo una Juventus arrabbiata per l'ultimo pari contro l'Atalanta e per la sconfitta in Supercoppa di agosto. Adesso non c'è questa sensazione di urgenza, ma se Max e la Signora decidessero di separarsi prima del 2020, allora il profilo giusto individuato dai bianconeri assomiglia parecchio a quello dell'allenatore della Lazio: emergente, preparato, ambizioso, sobrio negli atteggiamenti e anche nell'ingaggio, che non guasta. La squadra bianconera, in casa, è quasi imbattibile, ma proveremo a fare una gara di personalità. "Loro sono di un altro livello ma noi dovremo fare la partita perfetta, sperando che non siano in una giornata top". Da molto tempo la Lazio non vince a Torino, ben 15 anni: "È tanto tempo che non si vince a Torino".

Favorita. "Tutti gli anni la Juventus ha perso dei giocatori, ma li ha sostituti ne migliore di modi".

"Dipende sempre da noi". Ma è una squadra da vertice, in Italia così come Champions. Il divario c'è e ci sarà sempre, la Juve è costruita in un determinato modo, se arriva seconda vuol dire che ha fallito l'anno. Sarà veramente una bella partita, è difficile fare un pronostico. "Scudetto? Il Napoli si è avvicinato tanto, continuando a lavorare sugli stessi principi, ma nessuno può prevedere". "Rispetto alle altre antagoniste della Juve è davanti".

Cosa cambia per la Lazio l'assetto differente della Juve?

"Normale che facciano piacere, lo farebbero a tutti gli allernatori".

Che effetto le fa l'accostamento alla Juventus?

Tattica. "Al di là del modulo o dell'interpretazione, sappiamo che giocherà Mandzukic, Dybala, Higuain e uno tra Douglas Costa e Cuadrado".

Other News