Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Milano Centrale, il racconto di una turista canadese: "Sono stata violentata"

Tiziana Canali | 23 Settembre, 2017, 11:41

Una turista canadese a Milano è stata violentata dal conducente di un finto taxi che si era offerto di accompagnarla alla stazione.

Sulla vicenda e sulla veridicità del racconto indagano i carabinieri.

Gli investigatori sperano di poter raccogliere elementi dalle telecamere delle varie vie percorse dal finto taxi, con il timore che l'uomo, adottando la stessa tecnica, possa già aver violentato altre donne, che magari non hanno avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto. Non si esclude che il presunto violentatore possa avere già colpito in passato con la stessa tecnica.

Secondo la ricostruzione del quotidiano Repubblica, come riportato anche da Il Mattino, i fatti si sarebbero consumati all'altezza di viale Monza, non lontano dal centro cittadino, quando la donna è salita a bordo dell'auto per dirigersi a Lampugnano e di lì prendere un autobus per Venezia.

Partiti da viale Monza, i due, all'insaputa della turista che non ha capito di essere diretta in periferia, si sono poi fermati nella zona del parco Lambro e l'uomo ha abusato sessualmente di lei. In clinica alla Mangiagalli è stata confermata la violenza sessuale.

Other News