Sabato, 23 Settembre, 2017

Napoli, Sarri: "Per Raiola vado via? Futuro ultimo pensiero"

Maurizio Sarri tecnico del Napoli Napoli, partenza col botto e mercoledì c'è lo Shakhtar
Sabina Domenici | 14 Settembre, 2017, 06:49

"E' un girone non semplice". Nel primo tempo Sarri si è fatto "incartare" letteralmente dal 4-4-1-1 di Donadoni e la squadra ha rischiato più volte di prendere gol. "Voglio che la mia squadra domini". Hamsik è un giocatore insostituibile. Si chiude poi con le due polemiche del momento, come quella sulle parole di Raiola. Il noto procuratore sportivo Mino Raiola ha dichiarato che la prossima stagione Sarri dirà addio alla panchina azzurra: "Non so neanche esattamente cos'abbia detto". Il centrale azzurro ieri era rimasto in disparte per la lussazione subita alla spalla sinistra, problema non ancora risolto del tutto, ma ha stretto i denti e si è aggregato alla squadra ora in Ucraina. "Il Feyenoord è una squadra di alto livello, lo Shakhtar in Italia è molto sottovalutato, penso per poca conoscenza". Ha giocatori offensivi molto tecnici, attaccano con molti giocatori, i due terzini sono costantemente in attacco. Ci costringerà a difendere bassi.

Ci sarà un allenamento domani mattina? Prima di parlare degli ottavi dovremmo arrivarci.

GARE 'SPORCHE' - "Non credo gli altri si stiano adattando a noi". In certe vittorie non ho visto un salto di qualità, perché preferisco giocare bene per 90'. "Dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo come squadra".

- Le difficoltà sono anche dal punto di vista atletico? Il calendario non aiuta, ma non è quello il problema. Però per questo, spesso, lo slovacco esce dal campo sostituito nella ripresa: "L'unico modo per farlo riposare, e averlo così a disposizione in tutte le partite, è sostituirlo".

Sulla condizione fisica dopo l'infortunio: "Sono pronto a giocare, sono al 100%, dipende solo dal tecnico". Ed è vero. Ha corso meno del Bologna sull'andatura che possiamo definire da podista, ma ha scattato decisamente di più. Nel caso di Sarri e il Napoli è il contratto del tecnico toscano l'incubo di De Laurentiis, che nell'ultimo anno ha bisticciato parecchio con l'argomento rinnovi. Prima maglia sia per gli ucraini che per i partenopei. Il Manchester City, non c'è nemmeno bisogno di parlarne...

"Dobbiamo pensare a fare la nostra prestazione. In una fase con sei partite, la prima certamente è condizionante quindi è importante partire bene". L'Inter comunque è quella un pò più indietro.

Other News