Sabato, 23 Settembre, 2017

Consob, il verdetto su Vivendi: "Esercita pieno dominio su Telecom Italia"

ANSA
					Vivendi detiene quasi il 30% delle azioni di Mediaset ANSA Vivendi detiene quasi il 30% delle azioni di Mediaset
Lucrezia Musilli | 14 Settembre, 2017, 00:03

Gli analisti della banca australiana hanno giustificato il drastico cambio di opinione su Mediaset spiegando che la precedente valutazione era basata sull'ipotesi di lancio di OPA da parte di Vivendi, ipotesi che ora sembra allontanarsi a causa degli ostacoli posti dalla regolamentazione italiana. Ma Tim, poche ore dopo, preannuncia che ricorrerà nelle sedi competenti poiché il provvedimento "si discosta in maniera rilevanti dalle prassi consolidate in materia". Ricordiamo che mercoledì si riunisce il Consiglio dell'AgCom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni): secondo indiscrezioni (nell'ordine del giorno l'argomento non è presente) potrebbe essere discussa una proposta presentata da Vivendi per congelare i rilievi di violazione delle norme del Testo Unico dei servizi di media audiovisivi che imporrebbe al gruppo di cedere entro un anno dalle contestazioni dello scorso aprile le quote di Telecom Italia o, in alternativa, di Mediaset. "Ad esito di una approfondita analisi della normativa in vigore e degli elementi di fatto la Consob ha concluso che la partecipazione di Vivendi in Tim debba essere qualificata come una partecipazione di controllo di fatto" ai sensi dell'art. "93 del TUF, oltre che della disciplina in materia di operazioni con parti correlate, per le motivazioni indicate nella lettera allegata". 2359 c.c. e ai sensi dell'art.

Una tegola sull'azienda d'oltralpe, che ha sempre sostenuto di esercitare su Tim solo un controllo "molto blando". La società, preso atto dell'evolversi dei fatti, metterà in campo "tutte le azioni legali a propria disposizione, certa della correttezza dei propri comportamenti e della solidità delle proprie argomentazioni".

Other News