Sabato, 23 Settembre, 2017

Napoli, Sarri: "Hamsik insostituibile. Parole di Raiola? Sue supposizioni"

Il Napoli non ritrova la parola quanto potrà reggere la linea del silenzio Napoli news: decisione CLAMOROSA della società che scontenta tutti!
Sabina Domenici | 13 Settembre, 2017, 02:34

Sono pronto a giocare al 100%, ma la scelta deve farla l'allenatore.

Marek Hamsik è insostituibile, ha caratteristiche che non ha nessuno degli altri nostri centrocampisti. Il girone è molto complicato: non c'è bisogno di presentare il Manchester City e affronteremo anche i campioni d'Olanda, quindi dobbiamo prepararci al meglio per tutte le gare. Via da Napoli? La squadra me la trova lui - ha aggiunto scherzando il tecnico azzurro -. Gli azzurri sfideranno lo Shakhtar Donetsk domani, mercoledì 13 settembre, alle ore 20.45 allo stadio Metalist per provare a mettere già una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di finale.

È anche una questione atletica questa difficoltà? A tal proposito il responsabile della comunicazione del Napoli ci ha tenuto a sottolineare che la presenza di Milik in conferenza non è legata alla sua titolarità domani sera. Poco conosciuta in Italia, ma molto forte e abituata a fare la partita.

Il Napoli, contro Atalanta e Bologna, è riuscito a vincere nonostante le partite si fossero complicate. E cosa pensi del girone?

GIRONE - "In un girone di sei partite è ovvio che la prima sia condizionante. Non è un girone semplice". Ci costringeranno a difendere bassi ma può venire fuori una gara che ci concederà opportunità. Ovviamente noi abbiamo studiato tutta la squadra e sappiamo che sarà una partita molto difficile.

Milik ha invece iniziato parlando dell'esordio dello scorso anno: "Ricordo le due reti alla Dinamo Kiev, mi aiutarono tantissimo". Domani giochiamo in Champions ed è una soddisfazione enorme. Maurizio Sarri risponde così alle domande dei giornalisti riguardo il silenzio stampa prolungato della società partenopea. Il primo riposo che daremo a Insigne, lo vedremo in campo, ma non so quando faremo riposare Lorenzo. "Non credo di aver perso qualcosa durante quest'anno, penso di essere cresciuto come calciatore: non avendo possibilità di allenarmi per un certo periodo, ho dedicato il mio tempo ad un lavoro mentale". Non sono molto soddisfatto di quanto visto nelle ultime due gare, le abbiamo messe a posto ma così in futuro ci rimetteremo le penne.

Other News