Sabato, 23 Settembre, 2017

Papa: bene linea Italia sui migranti

Colombia Papa Francesco in visita a Medellin Papa Francesco: “Basta violenza in Venezuela” Scivolone sulla Papamobile: ferita ad uno zigomo
Lucrezia Musilli | 12 Settembre, 2017, 06:37

Piccolo incidente per Papa Francesco a Cartagena. Ma aprire il cuore non basta - avverte il Pontefice - La mia impressione è che il governo italiano stia facendo di tutto dal punto di vista umanitario, anche cercando di assumere problemi che non può risolvere.

Papa Francesco ha subito un piccolo colpo al sopracciglio e allo zigomo destro quando cercava di salutare un bambino durante il viaggio sulla papamobile a Cartagena, in Colombia. Ma: "il cuore sempre aperto, prudenza e integrazione, e vicinanza umanitaria". È l'unico animale che cade due volte nella stessa buca. "L'umanità prenda coscienza di questi lager, delle condizioni in cui questi migranti vivono nel deserto, ho visto delle foto". Naturalmente un governo deve gestire questo problema con la virtù propria della prudenza. La superbia, la sufficienza e poi c'è il 'dio tasca'. Il presidente Donald Trump ha stabilito l'incostituzionalità del provvedimento firmato dal predecessore Barack Obama perché "incentiva l'immigrazione". "Ho visto esempi in Italia di integrazione bellissima". Ho sentito parlare il presidente degli Stati Uniti, che si presenta come un pro-life. E' così: "quando non si vuol vedere, non si vede e si guarda da una parte soltanto".

"Chi nega il cambiamento climatico, deve andare dagli scienziati e chiedere a loro, che parlano chiarissimo e sono precisi - ribadisce il Pontefice - E' molto chiaro: un'università ha detto che abbiamo tre anni di tempo per poter tornare indietro, altrimenti le conseguenze saranno terribili". E chi gliela ruba? "Qualsiasi cosa che vada contro le radici ruba la speranza".

Other News