Lunedi, 25 Settembre, 2017

Montella vara la rivoluzione Milan: dopo la Lazio spazio al 3-5-2

Lazio Milan rinviata Milan, le scelte (e gli errori) di Montella per un'idea di squadra che non c'è
Sabina Domenici | 12 Settembre, 2017, 14:04

Può trattarsi di una cosa fisiologica ma nel calcio italiano bisogna sempre soffrire, si deve puntare soprattutto sulla sostanza. Come spiegano sulla Gazzetta di oggi Luca Bianchin e Marco Pasotto la svolta più importante sarà il passaggio alla difesa a tre, che oltre a dare più certezze a Bonucci, permetterà anche a Conti e Rodriguez di poter spingere di più.

Vincenzo Montella, allenatore del Milan, è intervenuto in conferenza stampa dopo la partita persa 4-1 contro la Lazio, ieri, allo stadio Olimpico e valida per la terza giornata di Serie A. Ecco le parole del tecnico campano, che esprime anche una forte autocritica per come ha giocato la partita la sua squadra. In vista di giovedì, quando il Milan farà il suo esordio in Europa League contro l'Austria Vienna, il tecnico chiede una reazione: "Lo dobbiamo a noi, alla società, ai tifosi".

Abbiamo perso meritatamente ma abbiamo avuto soltanto 15-16 minuti in cui abbiamo staccato completamente la spina, dal primo all'ultimo gol. Non farei un dramma piu' del necessario, veniamo da una pessima figura, presa nella maniera giusta può servire. Inoppugnabile. Però, sia i sostenitori che i detrattori dell'Aeroplanino converranno che ci vuole una buona quantità di tempo per mettere assieme quella che è davvero una rosa nuova, tanto più se poi la scelta del sistema di gioco è orientata al possesso della palla e al controllo degli spazi, la filosofia più lunga e difficile da apprendere. Questo evidentemente ci ha distratto un po'.

Ci sono tanti elementi su cui avrei potuto fare di più.

La difesa a 3: "In generale, dovremmo imparare ad essere abili nel cambiare modulo in corsa".

Other News