Lunedi, 25 Settembre, 2017

MotoGP, Cecchinello: "La perdita di tifosi nel dopo Rossi sarà passeggera"

I due piloti Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales insieme sul podio I due piloti Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales insieme sul podio
Sabina Domenici | 11 Settembre, 2017, 19:19

"Purtroppo saremo a Misano senza il mio compagno di squadra Valentino ed è un vero peccato", dice il pilota spagnolo, "Questo è un Gp molto speciale per lui".

Poi ci sarebbero tanti giovani buoni motivi per andare a Misano a sostenere "i nostri" in Moto2 e in Moto3 ma qui non c'è lo spazio che serve per scriverne. Sulla sinistra io sono andato giù col piede a destra, solo che c'era uno sbalzo e quindi quando il piede ha toccato con tutto il peso del mio corpo e della moto sopra si è rotta la gamba. "Sarà dura per lui rientrare, certo dipenderà dai punti che faremo", ha confermato Dovizioso e anche gli altri hanno concordato che avere tre piloti davanti rende un'eventuale rimonta davvero difficile. Tutte le gare saranno trasmesse in diretta anche in chiaro su TV8: si parte come di consueto con la Moto3 per poi arrivare puntuali alle 14.00 con il via della classe regina.

"Non essere a Misano è la cosa che mi dispiace di più oltre il campionato, ci sono un sacco di piloti italiani però che possono vincere". So che il team mi supporterà molto durante la riabilitazione. Sono molto curioso di scoprire cosa si provi a guidare una moto del genere. Il problema è che quest'anno mi è già successo due volte, l'altra volta con la moto da cross mi è andata veramente bene perché ho dato una gran botta e sono riuscito a correre al Mugello, invece stavolta no. Il calcolo delle probabilità metteva il cross in cattiva luce perché con la moto da cross si sono fatti male tutti, me compreso.

"Dipende molto da come sta la gamba". A silvertsone prima della gara non eravamo i più competitivi, ma abbiamo lavorato bene e tutto è andato per il meglio" afferma il leader della MotoGP che, quindi, sulla possibilità per Valentino Rossi di restare ancora in corsa per il titolo, risponde: "Credo che sarà difficile per lui lottare per il campionato soprattutto se perderà due gare. L'altra volta sono tornato dopo 40-41 giorni al Sachsenring, e quindi più o meno ci saremo con la tempistica di Motegi. "Però noi tutte le mattine proviamo e vediamo". È il metodo di una vita che Andrea ha perfezionato ai massimi: nessun preconcetto, labor limae e zero proclami.

Nella gara di casa disputata ieri a Misano, la casa dei Tre Diapason aveva deciso di non sostituire Rossi, ma come da regolamento doveva poi comunicare il sostituto del pesarese. Il più agguerrito è di sicuro Marquez, tradito dal motore della sua Honda a Silverstone.

Other News