Domenica, 24 Settembre, 2017

Donald Trump ha approvato lo "stato di disastro" per la Florida

Irma devastazione e vittime nei Caraibi Donald Trump ha approvato lo "stato di disastro" per la Florida
Tiziana Canali | 11 Settembre, 2017, 21:19

Irma dovrebbe tagliare Naples e Fort Myers prima di dirigersi direttamente verso Tampa.

Il bilancio complessivo in tutte le zone già toccate da Irma conta diversi feriti e 27 morti. Un uomo e' morto nella contea di Monroe, a Key West, dopo aver perso il controllo di un camion che trasportava un generatore, a causa del vento forte. Tre le vittime, tutte causate da incidenti della circolazione dovuti alle condizioni meteo.

Al momento lo stato è stato raggiunto, o meglio investiito, dal cosidetto eyewall dell'uragano; si tratta dell'anello di temporali nel quale si verificano i fenomeni più violenti, ed è sufficiente osservare i video di alcune dirette tv dalla città di Miami per capirlo. "Al momento siamo preoccupati per le vite, non per i costi", ha detto il presidente Usa, che ha elogiato l'azione dei soccorritori. Il centro di Miami, dove era stato dichiarato il coprifuoco fino alle 7 ora locale di domenica, le 13 in Italia, è quasi deserto.

Nelle ore a seguire l'uragano, inizialmente classificato al livello massimo dei 5 previsti nella scala Saffir-Simpson, è stato declassato alla categoria 3, in concomitanza con il suo passaggio su Cuba, su cui si è abbattuto con meno violenza del previsto, grazie anche a una lieve e inattesa virata verso nord.

Lo stato della Florida ha ordinato l'evacuazione di 5,6 milioni di persone mentre il potente uragano Irma minaccia la zona sudorientale degli Stati Uniti.

L'ondata di maltempo che è passata sulla Toscana devastando Livorno si sta spostando verso Sud. Ieri davanti alle coste nordoccidentali cubane si sono registrate onde alte fino a nove metri.

Questa mattina Rick Scott governatore della Florida ha esortato i residenti che hanno evacuato ad aspettare che le autorità locali diano semaforo verde prima di tornare a casa. "Riusciremo a superare tutto questo insieme, ne usciremo insieme", ha detto Scott fornendo i numeri per l'emergenza da chiamare in caso di necessita'. Magill ha spiegato che la maggior parte degli animali - incluse tigri, leoni e scimmie - sono stati messi al riparo in ambienti protetti. Ora a Miami c'è solo da attendere che arrivi Irma e che non faccia troppi danni. "L'Unione europea e' disposta ad aiutare cosi' come e' accaduto dopo l'uragano Harley", ha scritto il commissario Ue. Con l'uragano Irma in molti hanno rispolverato il famoso scatto riproponendolo sui social network; fortunatamente però oggi la struttura dispone di spazi appositi per proteggere gli animali in occasioni come queste grazie al duro lavoro dello staff dello zoo che da giorni è occupato a spostare molti esemplari in aree più sicure.

Other News