Lunedi, 25 Settembre, 2017

Trovate fibre di plastica anche nell'acqua potabile

Trovata plastica nell'acqua potabile di tutto il mondo è allarme sulla contaminazione Acqua, allarme globale presenza plastica
Bindo Vilardo | 09 Settembre, 2017, 12:49

Per essere più precisi, l'83% dei campioni analizzati è risultato positivo al test. La rivelazione è stata fatta da poco dall'organizzazione no profit di Washington Orb Media. Ha potuto così definire che il primato della contaminazione va senza dubbio agli Stati Uniti, dai suoi rubinetti escono fibre di plastica per il 94%. E tali cifre includono il quartier generale della Environmental e la già citata Trump Tower.

Come questa plastica arrivi all'acqua di rubinetto non è ancora ben chiaro, anche se il principale "sospetto" è l'atmosfera: "Pensiamo davvero che i laghi ed altri specchi d'acqua possano essere contaminati da cumulative immissioni atmosferiche", spiega Johnny Gasperi della University Paris-Est Créteil, responsabile della porzione di studio eseguita sulle acque di Parigi. La bambina morta di malaria a Brescia avrebbe contratto il virus nell'ospedale Santa Chiara di Treno, dove tra l'altro si trovavano ricoverati anche due bambini del Burkina Faso con lo stesso identico problema. A destare maggiore preoccupazione sono quelle fibre di plastica con dimensioni nanometriche, che potrebbero entrare nei tessuti e nelle cellule creando danni difficili da quantificare. L'abbigliamento: le fibre sintetiche di abiti e scarpe i liberano nell'aria e cadono successivamente al suolo, inquinando di conseguenza anche i corsi d'acqua.

"Ciò che abbiamo osservato qui tende a dimostrare che un'enorme quantità di fibre sia presente nelle ricadute atmosferiche".

Con 'Acqua Buona', gestore idrico e Comune di Empoli uniscono le forze con l'obiettivo di far crescere, a partire dalle nuove generazioni, la buona pratica di utilizzare l'acqua di rubinetto anche come acqua da bere: una scelta che, oltre a far risparmiare soldi alle famiglie, serve a risparmiare anche svariati milioni di bottiglie di plastica e diverse tonnellate di idrocarburi disperse nell'ambiente nonché a diffondere una cultura di rispetto e attenzione verso una risorsa preziosissima: l'acqua. "Le microfibre stanno impattando sulla fauna in modo preoccupante - ha detto Sherri Mason, la ricercatrice dell'Università di New York che ha supervisionato lo studio - come possiamo pensare che non stiano impattando su di noi?".

Other News