Domenica, 23 Luglio, 2017

Porto Torres: capotreno aggredita e molestata. E' sotto choc

Capotreno aggredita e palpeggiata Porto Torres la donna sotto choc   
                       
                
         Oggi alle 18:21 Capotreno aggredita e palpeggiata Porto Torres la donna sotto choc Oggi alle 18:21
Tiziana Canali | 17 Luglio, 2017, 13:48

La donna è stata assalita subito dopo aver chiesto i biglietti al branco che, essendone sprovvisto, ha cominciato ad accerchiarla per molestarla ed aggredirla. Non da meno testate sarde come Sardegna Oggi, che è decisa: "Gruppo di stranieri molesta sessualmente capotreno a Porto Torres" e L'Unione Sarda, secondo cui la lavoratrice era stata "aggredita e palpeggiata" e ora si trovava "sotto choc", mentre La Nuova Sardegna sull'edizione di oggi ha titolato come da immagini sotto. In queste fasi concitate, la capotreno sarebbe stata sfiorata su un braccio o su una gamba, nessun palpeggiamento quindi, precisa Trenitalia riferendosi alla ricostruzione fornita ieri dai sindacati.

L'episodio si sarebbe verificato durante un controllo biglietti sul treno in partenza dalla stazione marittima con destinazione Sassari. Una reazione spropositata quella compiuta dai giovani nigeriani che, essendo in torto, hanno deciso di accerchiare la donna, visto la maggioranza numerica, aggredendola e palpeggiandola. "La dipendente ha poi proseguito nel suo lavoro e ha chiesto alla Polizia Ferroviaria, come da prassi, l'identificazione dei responsabili, com'è avvenuto". Dure le polemiche e gli interventi dei rappresentanti sindacali. "Ormai registriamo un episodio di violenza al giorno. Chiediamo a 'Protezione aziendale´ di Trenitalia un incontro urgente per valutare ulteriori azioni e iniziative da mettere in campo per meglio tutelare l'incolumità fisica del personale di front-line". Una richiesta che da mesi è stata avanza dai lavoratori di Trenitalia che giornalmente si espongono a violenze gratuite.

Al momento la donna di 55 anni non ha sporto alcuna denuncia. Chiediamo per l'ennesima volta che si imponga uno stop agli sbarchi, che ci siamo più uomini e mezzi per le forze dell'ordine che presidiano il territorio e che una volta per tutte si cominci a parlare di rimpatri. Trenitalia ha ricostruito quanto accaduto a bordo del convoglio sentendo la stessa protagonista.

Other News