Giovedi, 21 Settembre, 2017

Padoan sull'economia italiana: "Siamo fuori dal tunnel"

Mario Monti Mario Monti
Lucrezia Musilli | 17 Luglio, 2017, 12:26

"Stiamo lasciandoci alle spalle cose preoccupanti", ha detto il ministro, "come la fragilità del sistema bancario e l'inerzia degli investimenti".

"Il Fiscal compact ha problemi tecnici ma è possibile immaginare modi per migliorarlo rendendolo parte di un disegno più ampio", dice Padoan dalla festa dei Dem di Left wing a Fiuggi. "L'obiettivo è ancora la questione dell'emergenza sociale: è assolutamente prioritario l'utilizzo delle risorse a disposizione per accrescere l'incentivo alle imprese per assumere i giovani". "Sono fortemente ottimista sui prossimi anni", spiega vedendo "un'economia italiana meno fragile dal punto di vista del debito".

"E' vero che ci sono elementi di miglioramento nell'andamento dell'economia internazionale ma c'è una crescita in Italia più che proporzionale che si deve spiegare con politiche prese che incidono sulla capacità strutturale dell'economia di migliorarsi".

Forte di queste sue considerazioni, Padoan ha definito "tutt'altro che irrealistico uno scenario in cui l'Italia, di qui a pochi anni, finirà per avere un'economia di qualità". "Gli 80 euro hanno dato un sostegno importante ai consumi delle famiglie colpiti dalla crisi, hanno dato una svolta a fiducia e consumi. Gli anni prossimi saranno migliori". "I numeri sono importanti e positivi - ha sottolineato il Ministro del Mise - ma soprattutto sono il frutto di un'accelerazione degli investimenti: più capannoni, più industrie sono cose che restano. La mia idea è che ci sono soluzioni europee che funzionano meglio di quelle nazionali ma in Ue bisogna non essere da soli a portarli avanti".

Dopo le buone notizie arrivate da Bankitalia, che venerdì ha alzato all'1,4% la sua previsione di crescita del Pil per il 2017, con un deciso ritocco al rialzo rispetto allo 0,9% della stima di gennaio, anche il Mef è pronto a rivedere le sue previsioni: "Tra alcune settimane pubblicheremo la nota di aggiornamento al Def, con nuove stime che rivedono al rialzo quelle precedenti", annuncia Padoan. "Bisogna continuare sulla strada delle riforme", ha proseguito il ministro, "sulle tasse abbassate in modo sostenibile, ovvero sul fatto che una volta che si abbassano non si rialzano più". "Siamo ufficialmente usciti dal tunnel e stiamo percorrendo un'altra strada... stavo per dire un sentiero stretto, ma in realtà vedo che questo sentiero ormai si va allargando sempre più". "Il Fiscal compact presenta problemi", ma bisogna evitare "una battaglia ideologica nel senso negativo del termine".

Other News