Domenica, 23 Luglio, 2017

Palermo, nuova intimidazione alla scuola 'Giovanni Falcone'

Palermo altra intimidazione alla scuola A Palermo il murale dedicato a Falcone e Borsellino
Bindo Vilardo | 15 Luglio, 2017, 12:46

Questa mattina davanti alla scuola Falcone, nel quartiere Zen di Palermo, è stato trovato un uccello con la testa mozzata.

Una bellissima iniziativa e soprattutto un messaggio di solidarietà, unione e al contempo una forma di riscatto da parte di quei cittadini palermitani che si discostano da quel terribile gesto vandalico fatto nei confronti del monumento. La statua era stata fatta recintare ed era stato attivato sulla stessa un sistema di videosorveglianza, ma a quanto pare non funzionante. Sul posto c'è una volante della Polizia.

Mercoledì 19 luglio, nel 25esimo anniversario della strage di Via D'Amelio, il Parco comunale verrà ufficialmente intitolato ai due magistrati uccisi dalla mafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. "E nel momento in cui il Parlamento si accinge ad approvare le modifiche al Codice antimafia compreso le misure di confisca ai corrotti tra l'opposizione dei soliti noti e le perplessità garantiste di alcuni esperti subito strumentalizzate anche da forze della maggioranza".

Foto bruciata alla De Gasperi: è stato un clochard. Il senza fissa dimora è stato, nitidamente immortalato dalle telecamere nell'atto di spegnere una sigaretta sul cartellone e provocare un foro.

"Vogliamo esprimere la nostra vicinanza a tutti coloro che operano nel plesso scolastico, alla dirigente, ai docenti, agli studenti. - proseguono i sindacati - Riteniamo che la scuola, soprattutto in quartieri complessi come lo Zen, rappresenti un presidio fondamentale di legalità, un baluardo di libertà e giustizia che sottrae 'risorse' a chi recluta manovalanza criminale".

Una persona è stata denunciata per danneggiamento.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Other News