Venerdì, 20 Ottobre, 2017

Assemini. Riccardo Madau manda in coma Manuela Picci poi si uccide

Il cavalcavia di Cagliari dal quale si è lanciato il 25enne Il cavalcavia di Cagliari dal quale si è lanciato il 25enne
Tiziana Canali | 14 Luglio, 2017, 13:19

Forse l'uomo ha ritenuto di aver ucciso la donna in seguito a una violenta lite, e spinto dalla disperazione si sarebbe lanciato nel vuoto dal cavalcavia che conduce fino in via Schiavazzi intorno alle 3 di notte. A bordo del veicolo, probabilmente, è iniziata una discussione proseguita poi per strada e sfociata in una vera e propria aggressione fisica da parte del ragazzo che ha colpito ripetutamente la 26enne al volto.

Cagliari - Credeva di aver picchiato la fidanzata al punto di ucciderla e, disperato, è salito su un cavalcavia e si è lanciato nel vuoto. La giovane ha tentato di fuggire e dopo aver percorso qualche metro è svenuta. L'allarme è stato dato dal custode dello stadio, che ha sentito le urla. La sua fidanzata, Manuela Picci, 26 anni, di Assemini, è stata trovata in fin di vita nei parcheggi a poche decine di metri di distanza ed ora è ricoverata in gravi condizioni al Brotzu. La giovane è stata soccorsa dal 118 e accompagnata al Brotzu: è in coma e i medici mantengono la prognosi riservata. La polizia sta cercando di capire che cosa sia accaduto ascoltando i parenti e gli amici della coppia.

Other News