Domenica, 23 Luglio, 2017

Processo Ciro Esposito, ridotta la condanna a Daniele De Santis

Ciro Esposito: ridotta la condanna a De Santis, da 26 a 16 anni Omicidio Ciro Esposito: ridotta la pena per De Santis, da 26 a 16 anni
Germana Franza | 27 Giugno, 2017, 22:19

Questo il verdetto della Corte d'Appello di Roma che ha inflitto a "Gastone" De Santis, presente in aula, 16 anni di reclusione rispetto ai 26 ricevuti in primo grado. La decisione della Corte d'appello di Roma è motivata dall'assoluzione dal reato di rissa e dall'esclusione dell'aggravante di futili motivi. Nell'ambito del medesimo procedimento, sono stati assolti anche Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito, accusati di rissa e lesioni. Lo ha detto l'avvocato Tommaso Politi, difensore di Daniele De Santis dopo la condanna in appello per la morte di Ciro Esposito.

"La riduzione a soli sedici anni della condanna a Daniele De Santis costituisce un pericoloso precedente perché induce a pensare che ammazzare una persona, dopo aver provato a provocare una strage, porta a una pena lieve". Ha retto l'impianto della sentenza di primo grado. Secondo quanto si legge nel quotidiano on line, nel corso degli interventi conclusivi degli avvocati, la madre di Daniele De Santis avrebbe criticato ("con voce abbastanza sostenuta") le parole dei legali sul passato violento di suo figlio.

"La nostra è una soddisfazione molto parziale, per un principio di chiarezza che è stato fatto attorno a questa vicenda molto condizionata dal clamore mediatico". De Santis ricorrerà ancora in Cassazione: "La nostra tesi permane quella della legittima difesa".

I FATTI - Ciro Esposito fu ferito gravemente con un colpo di pistola al torace nel corso di un assalto al pullman di tifosi del Napoli scoppiato nella zona di viale di Tor di Quinto durante il pre-partita della finale di Coppa Italia del 2014.

Other News