Lunedi, 25 Settembre, 2017

Banche venete verso la liquidazione, Bce ha detto sì. Cdm in azione

Banche Gentiloni filo diretto tra Italia e Ue Banche Gentiloni filo diretto tra Italia e Ue +CLICCA PER INGRANDIRE
Germana Franza | 26 Giugno, 2017, 21:03

Agenpress - Il salvataggio delle Banche Venete, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza costerà ad ogni singola famiglia italiana la bellezza di 708 euro.

"E' sbagliato dire che lo Stato ci perde". E' quanto si legge nel comunicato emesso al termine della riunione del Consiglio dei ministri nel corso della quale è stato varato il decreto sulle banche venete. Lo stesso ministero dell'Economia ha sottolineato che "l'autorità di vigilanza della Bce ha dichiarato che Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca sono in una condizione definita 'failing or likely to fail'". "Senza l'offerta di Intesa Sanpaolo - l'unica significativa presentata nell'asta competitiva indetta dal Governo - la crisi delle due banche avrebbe avuto un grave impatto sull'intero sistema bancario italiano, con conseguenze drammatiche sull'economia nazionale, mettendo anche a rischio le prospettive di ripresa del Paese". Per l'esecutivo comunitario le misure sono in linea con le regole Ue sugli aiuti di Stato. L'aiuto di Stato è consentito dalla Comunicazione della Commissione europea dell'agosto 2013 alle seguenti condizioni: "1. i costi della liquidazione devono essere contenuti al minimo necessario; 2. le distorsioni alla concorrenza devo essere limitate; 3. gli azionisti e i creditori subordinati devono condividere l'onere dell'operazione; 4.in caso di acquisizione di un ramo d'azienda da parte di un soggetto terzo, l'operazione non deve pregiudicare le capacità operative di quest'ultimo".

"Ci stiamo muovendo a tutti i livelli per dare Giustizia a chi è stato truffato: stiamo finanziando un ricorso presso la Corte Europea per tutelare i truffati, stiamo visitando le Procure per sbloccare la situazione e scongiurare il rischio prescrizione, ci opponiamo a questo decreto in Parlamento, non lasciamo nulla di intentato?avverte il capogruppo M5S - dopo questa operazione, quale delle due banche risarcirà i truffati?"

BANKITALIA - Gli aiuti di Stato "sono adeguatamente coperti dai crediti delle due banche. Sono previste norme speciali per assicurare l'immediata efficacia della cessione nei confronti dei terzi, anche in considerazione della necessità di assicurare la continuità dell'esercizio dell'impresa per evitare lo scioglimento dei contratti conseguente all'avvio della procedura concorsuale". A queste ultime resteranno anche le obbligazioni senior, che saranno rimborsate a scadenza, e i crediti deteriorati, che saranno ceduti alla Sga del Tesoro per lo smaltimento. Il corrispettivo della cessione è rappresentato da un credito verso le banche in liquidazione: "i proventi della gestione del portafoglio trasferito sono destinati interamente alle banche in liquidazione e sono, dunque, disponibili per i creditori di quest'ultime". I manager della truffa si continuano a godere i loro milioni di euro da impuniti, mentre il conto per il pubblico sale.

Other News