Giovedi, 19 Ottobre, 2017

Ambiente: 7 bandiere blu per la regione Calabria

08052017 mare limpido cilento Credits
Surano Nicolai | 09 Mag, 2017, 20:59

Al secondo posto della classifica troviamo la Toscana (con 19 località) seguita dalle Marche (17) e dalla Campania che raggiunge 15 bandiere con un nuovo ingresso (Sapri).

I criteri di assegnazione sono stati molto stringenti e hanno preso in esame 32 parametri: oltre alla qualità delle acque, la gestione sostenibile del territorio, la depurazione, la gestione dei rifiuti, la presenza di piste ciclabili e spazi verdi, i servizi degli stabilimenti balneari. Quest'anno sono state assegnate la bandiere anche ai laghi. La FEE Italia, costituita nel 1987, gestisce a livello nazionale i programmi: Bandiera Blu, Eco-Schools, Young Reporter for the Environment, Learning about Forests e Green Key. Confermati i riconoscimenti a Termoli-Lungomare Nord (Sant'Antonio) e Campomarino-Lido.

"La tredicesima Bandiera Blu, ancora una volta l'unica in tutta la Provincia di Roma", - afferma Bruschini - è arrivata in un momento particolarmente delicato: c'è molta preoccupazione per quello che sta accadendo e per le possibili conseguenze dell'incendio di Pomezia sulla salute dei cittadini e dei bambini in particolare. Nuovi ingressi anche per l'Abruzzo che sale a quota otto grazie a Giulianova e Roseto degli Abruzzi, mentre l'Emilia-Romagna è scesa a sei località.

Sul Lago Maggiore infatti le due bandiere blu assegnate non sono sulla sponda lombarda: si tratta di Cannobbio e Cannero Riviera, due località, a poca distanza l'una dall'altra, in provincia di Verbania. AdnKronos riporta le dichiarazioni di Claudio Mazza, Presidente Fee Italia: "È con soddisfazione che annunciamo anche per il 2017, un aumento di comuni Bandiera Blu, ben 163". Per quanto riguarda i laghi, il Trentino si aggiudica Baselga di Pinè, Bedollo, Bondone, Lavarone, Sella Giudicarie.

"Ogni anno i requisiti per ottenere la Bandiera Blu vengono rivisti, anche con il supporto di Ispra (Istituto per la protezione e la ricerca ambientale), in un'ottica di miglioramento continuo" spiega Stefano Laporta direttore generale dell'Ispra. "L'obiettivo è stimolare i Comuni a una coscienza ambientale affinché affrontino i vari aspetti legati alla gestione diretta del territorio, anche in considerazione dell'aumentata pressione antropica determinata dal turismo".

Other News